Blog: http://Pachinos.ilcannocchiale.it

Pachino Promontorio Urbanistica,acquisito parere Soprintendenza no a Porto Royal

urbanistica. Acquisito ieri il parere

Soprintendenza
no al Porto Royal

la commissione urbanistica al lavoro per definire l´intricata vicenda
La Soprintendenza boccia il porto turistico Port Royal. In estrema sintesi è questo il parere acquisito ieri in commissione Urbanistica: le considerazioni partono dal presupposto che l'isola di Ortigia è dichiarata bene di notevole interesse pubblico e il suo tessuto urbano, come pure il suo skyline (il profilo delineato contro il cielo dal panorama complessivo degli edifici di una città) costituiscono un unicum storico e paesaggistico, riconosciuto di altissimo valore culturale e materiale tale da dichiararlo patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Inoltre, la dichiarazione di bene pubblico del porto piccolo e della Borgata di Santa Lucia hanno comportato l'attribuzione di valore paesaggistico sia della costa di antica urbanizzazione della Borgata sia dello specchio d'acqua compreso nel porto marmoreo.
Con il vincolo imposto nel 1997, infatti, in quest'ultimo caso sono necessarie alcune scelte di indagine e di studio del paesaggio circostante, come l'eliminazione di qualunque attraversamento con strutture emerse o sommerse. Tutti questi elementi di tutela «pongono con chiarezza - si legge nella nota della Soprintendenza - quali siano i fattori prioritari da considerare e da conservare come invarianti del paesaggio urbano storico della città. Il progetto di porto ne altererebbe irreversibilmente il valore, invadendo il paesaggio e la sua percezione».
Per questi motivi l'intervento è ritenuto inammissibile, anche se la ditta può ancora presentare eventuali osservazioni attinenti ai rilievi evidenziati.
La commissione consiliare per il momento non si è espressa nel merito, ma il senatore Bruno Alicata, assessore comunale all'Urbanistica, ieri presente alla seduta, riferendosi alla nota del dirigente generale ai Beni culturali della Regione, Gesualdo Campo, con la quale a febbraio richiedeva la rivisitazione dei pareri resi sui porti turistici relativamente alle previsioni di edilizia non strettamente connessa agli usi del porto, ha commentato: «nessun giudizio, non l'ho ancora letto, ma a prima vista non è impensabile bloccare tutto anni dopo, a volte anche 5 anni dopo (è il caso del porto Marina di Archimede, ndr) e forse ci sono i crismi per rivolgersi all'autorità giudiziaria».
Per quanto riguarda le proposte di varianti al Prg approvate dal Consiglio comunale a dicembre, a nome dell'amministrazione, Alicata ha sottolineato di voler continuare a seguire la linea voluta da Salvo Sorbello (decisioni assunte con voti unanimi, o quasi), tanto da aver scritto insieme con il sindaco al dirigente dell'ufficio Urbanistica invitandolo a dare attuazione a quanto voluto dall'assise, e di tenere in forte considerazione la richiesta di Ettore Di Giovanni per l'attivazione di norme di tutela per le zone in cui si prospettano le modifiche, approvando le varianti di salvaguardia.
Luca Signorelli


08/03/2011

Pubblicato il 9/3/2011 alle 1.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web