Pachino,Portopalo,Marzamemi...promontorio,noto,avola,siracusa,rosolini,ispica,pozzallo,siracusa,ragusa, Pachinos | Pachino Promontorio,pachino,portopalo,marzamemi | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Internet-giornale, Pachino, Promontorio, Pachino, Portopalo, Marzamemi,Pachum.Pachynus
20 luglio 2013
La Sicilia Dopo 20 anni Vendicari, la tartaruga e' tornata.By Cetty Amenta

Vendicari, la tartaruga è tornata

Dopo 20 anni le Caretta caretta hanno nidificato su un tratto di spiaggia della riserva

  • Venerdì 19 Luglio 2013
  • Siracusa,
  • pagina 28

UN SUCCESSO
I volontari: «Ci auguriamo che la riserva di Vendicari possa arricchirsi ancora. ...
Le tartarughe Caretta caretta depongono le uova nella Riserva naturale orientata di Vendicari. Finalmente premiato il lavoro dei volontari dell'Ente Fauna Siciliana, in collaborazione con il Dipartimento azienda regionale foreste demaniali, che da 20 anni con costanza monitorano gli arenili sabbiosi alla ricerca di tracce delle testuggini.
La scoperta delle orme del passaggio della tartaruga marina e il luogo di deposizione delle uova è avvenuta martedì mattina, da parte del segretario regionale di Efs Corrado Bianca che ha immediatamente informato i responsabili dell'Ufficio provinciale del Dipartimento azienda regionale foreste demaniali. Per i volontari, gli appassionati di Vendicari e gli ambientalisti è stata una grande emozione, un sogno che sta per realizzarsi, come traspare dalle parole dello studioso Pino Iuvara, accorso subito per fotografare e documentare l'evento.
Dice Iuvara: «L'anno scorso c'era stato un tentativo, andato in fumo probabilmente perché la Caretta caretta, disturbata da qualcosa, aveva preferito deporre le uova da un'altra parte. Tutto si era risolto con una piccola delusione, ma con la speranza che in futuro sarebbe andata meglio. Cosa che si sta verificando oggi».
Esprime soddisfazione il dirigente generale Pietro Lo Monaco, per il quale l'atteso evento è una conferma dell'efficacia delle azioni di protezione e tutela operate dal Dipartimento "Ente Gestore" della Riserva. Intanto, il dirigente provinciale Carmelo Frittitta e il dirigente Filadelfo Brogna hanno dato disposizioni al personale che opera in riserva di proteggere il luogo della ovideposizione sia da possibili animali predatori sia dalla curiosità, non meno dannosa, dell'uomo.
Il tratto di spiaggia interessato all'evento è da tempo chiuso al pubblico proprio alla luce del progetto di ricerca «ovideposizione Caretta caretta», per dare appunto alle tartarughe marine la possibilità di disporre di luoghi tranquilli per la riproduzione. Vale inoltre la pena ricordare che in questi arenili nidificano anche diverse specie di uccelli particolarmente protetti come il "Fraticello".
Quanto mai attuale l'espressione coniata dallo studioso naturalista Bruno Ragonese, scomparso nel 2004, che definì Vendicari «albergo degli uccelli migratori», a indicare un habitat unico, con un ecosistema rimasto inalterato e, grazie alla cura delle persone di buona volontà, non deteriorato dalla tecnologia e dalle modernità.
Per il "lieto evento", bisognerà aspettare settembre: solo allora si schiuderanno le uova e le tartarughine correranno verso il mare. A tale proposito gli operatori del Dipartimento Azienda Regionale Foreste Demaniali e i volontari dell'Ente Fauna Siciliana sono già in azione, pronti a vigilare affinché tutto vada per il meglio. «Ci auguriamo che la riserva di Vendicari possa arricchirsi ancora. Queste nascite vanno ad aggiungersi ad altri eventi positivi come la nidificazione dell'elegante Avocetta e la conferma per il terzo anno consecutivo della presenza di una colonia di Gabbiano Corso nell'isolotto».
Cetty Amenta


19/07/2013
20 luglio 2013
La Sicilia Goletta verde senza pieta' Isola delle correnti,,un vero far west

Goletta verde senza pietà: «Isola delle Correnti? Un vero Far West»

  • Venerdì 19 Luglio 2013
  • Siracusa,
  • pagina 32

Portopalo. «Benvenuti nel Far West di Isola delle correnti, tra rifiuti, parcheggi selvaggi e recinzioni sospette sulle dune naturali. Uno dei paradisi della Sicilia orientale rischia di soccombere sotto il peso dell'incuria e della mancata tutela da parte della Regione e degli altri enti preposti al controllo. Un'area dichiarata ‘riserva naturalè per ora solo sulla carta, dove si sta tentando l'ennesimo assalto speculativo che rischia di deturpare la straordinaria bellezza naturalistica della zona».
È la denuncia di Goletta Verde che ha effettuato un blitz al largo del litorale compreso tra Carratois e l'Isola delle Correnti, per ribadire la necessità di tutelare questo immenso patrimonio. L'Isola delle Correnti, spiegano gli ambientalisti, è un'area destinata sin dal 1991 a riserva naturale e dal 2003 è vincolata anche dall'Unione europea a Sito di importanza comunitaria e Zona di protezione speciale per gli esclusivi aspetti naturalistici.
«Secondo la normativa - lamentano gli ambientalisti - nell'istituenda riserva dovrebbero essere consentiti solo la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili esistenti e la prosecuzione delle normali attività agro-silvo-pastorali. Invece, nonostante questi rigorosi regimi di tutela, lungo la fascia demaniale marittima che da Punta delle Formiche risale fino a Calafarina - proseguono - sono stati autorizzati almeno sette stabilimenti balneari, molti dei quali con annessi servizi bar e ristorazione e di cui uno proprio sulla battigia di fronte all'Isola. In altre aree, alle spalle della linea demaniale, sono stati realizzati consistenti livellamenti del terreno con asportazione della vegetazione. Ma in tutta l'area lo stato di degrado e abbandono è allarmante, complice anche l'inciviltà di chi pensa bene ogni mattina di parcheggiare la propria autovettura sulle dune o abbandonare rifiuti di ogni tipo, finanche tubi di amianto, sulla spiaggia».


19/07/2013

18 luglio 2013
La Sicilia Noto bovemarino inghippi burocratici per il villaggio turistico

san lorenzo

Inghippi burocratici
per il villaggio turistico

  • Mercoledì 17 Luglio 2013
  • Siracusa,
  • pagina 30

veduta di s. lorenzo
Noto. Dalla procedura di variante "semplificata", all'archiviazione, fino alla recente richiesta di verifica ambientale. È questo l'iter di una richiesta di variante urbanistica avanzata da una ditta di Siracusa. Il fine dell'istanza è di realizzare un complesso turistico ricettivo in contrada Bove Marino (siamo nella zona di San Lorenzo) su un lotto di 58.599 metri quadrati. Queste le dimensioni dell'intervento: superficie coperta 4.100,70 metri quadrati, volume di metri cubi 36.744,80. Tutti i numeri e i dati sono riportati nella determina del responsabile del Suap numero 8 del 19 settembre 2012. Con la stessa determina veniva convocata la prima conferenza di servizi prevista per lo scorso 31 ottobre 2012. In quella sede venivano richieste alcune integrazioni documentali alla ditta proponente. Integrazioni per le quali la ditta richiedeva una proroga e che però l'ufficio comunale, il Suap (sportello unico per le attività produttive), visti tempi strettissimi della procedura, riteneva di non accordare con questa motivazione: "in quanto la ditta deve necessariamente rispettare i tempi di avvio, procedura e conclusione del procedimento entro i termini di esame del progetto previsti dalla normativa vigente di riferimento". Seguiva nel mese di gennaio di quest'anno l'archiviazione della pratica. Oggi è il turno della "verifica di assoggettabilità" e cioè di chiarire se il progetto abbia possibili effetti negativi e significativi sull'ambiente. Una valutazione di competenza della regione, assessorato territorio e ambiente. Nella sostanza decidere se l'intervento debba essere assoggettato alla valutazione ambientale oppure no. Giorno 10 luglio è stato affisso un avviso all'albo pretorio del comune di Noto. Alla procedura può partecipare chiunque abbia interesse. Recita l'avviso della ditta: "chiunque abbia interesse può presentare entro il termine di 45 giorni dalla data del presente avviso eventuali osservazioni alla regione siciliana". Una procedura di grande trasparenza che può dare voce alle sensibilità imprenditoriali ed ambientaliste della città.
giuseppe fianchino


17/07/2013



permalink | inviato da Pachinos il 18/7/2013 alle 10:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio