Pachino,Portopalo,Marzamemi...promontorio,noto,avola,siracusa,rosolini,ispica,pozzallo,siracusa,ragusa, Pachinos | Pachino Promontorio,pachino,portopalo,marzamemi | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Internet-giornale, Pachino, Promontorio, Pachino, Portopalo, Marzamemi,Pachum.Pachynus
5 ottobre 2011
La sicilia Pachino Prg
pachino.Piano regolatorelinee guida disattese 44L'affondo delle opposizioni sullo strumento urbanistico e il «giallo» del documento non protocollato a luglio Domenica 02 Ottobre 2011 Prima Siracusa, pagina 35 e-mail Nuovo fronte polemico fra maggioranza e opposizione Domenica 02 Ottobre 2011 Siracusa, pagina 44 e-mail print roberto bruno del pd Nuovo fronte polemico fra maggioranza e opposizione. Motivo di scontro sono le presunte difformità del piano regolatore generale redatto dal progettista, l'architetto Matticari, riguarda le linee guida adottate all'unanimità dal Consiglio comunale, che individuavano i principi cardine che avrebbero dovuto essere seguiti nella redazione del nuovo strumento urbanistico.A illustrare le difformità è stato il capogruppo del Pd Roberto Bruno che ha precisato come l'intera opposizione sia unanime sulla vicenda. «In primo luogo - ha affermato Bruno - il progetto redatto non segue i due indirizzi cardine che sono quelli della minore occupazione di suolo da cementificare e della riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Al contrario una vasta area viene resa edificabile sottraendo spazi all'agricoltura di qualità. Inoltre - ha continuato l'esponente dell'opposizione - si era deciso di mantenere una netta separazione tra Pachino e la frazione di Marzamemi, invece sono stati inseriti tre grossi insediamenti urbani. Tutto ciò è contrario all'idea, da tutti condivisa, di prediligere le aree già interne all'abitato, evitando il fenomeno dei quartieri periferici abbandonati. Invece sembra sparita qualsiasi traccia di riqualificazione».Bruno ha sottolineato l'incongruenza di una strada esterna all'abitato a sud di contrada Cugni, peraltro già prevista dal vecchio Prg e mai realizzata, dove inspiegabilmente l'arteria a un certo punto sparisce bruscamente per poi ricomparire con un secondo tratto nettamente scollegato dal primo.Altra incongriuenza è stata poi sottolineata dal consigliere del Pdl Corrado Quartarone che ha evidenziato come in alcune aree di preriserva di contrada Cugni e di contrada Lettiera e addirittura in area di cava di interesse archeologico ed ambientale, siano state inserite delle aree edificabili. «Viene da chiedersi - ha affermato Quartarone - chi abbia interessi talmente forti da scavalcare persino l'indirizzo del Consiglio comunale e i vincoli palesi sulla zona».Poi la denuncia forte da parte delle opposizioni. «Da una delle lettere del progettista - ha affermato Bruno - si evince come una precedente bozza fosse stata già inviata al Comune lo scorso 5 luglio. Di tale bozza però non si ha traccia all'ufficio di protocollo, per cui è legittimo pensare che il progetto sia arrivato, esaminato e rinviato indietro senza il crisma dell'ufficialità».Salvatore Marziano02/10/2011UN’ATTESA CHE DURA DA 23 ANNIsa.mar.) Il piano regolatore cittadino risulta scadutoda ben 23 anni. Il precedente piano infatti è statoadottato nel lontano 1988, redatto dagli architettiAgnello e Cantone ed è rimasto in vigore per 10anni. Successivamente si è passati a ipotesi diaggiornamenti piuttosto altalenanti che hannovisto anche le dimissioni ed i reincarici deiprogettisti fino alla morte dell’architetto UmbertoAgnello. Più tardi, con l’avventodell’amministrazione Bonaiuto, l’incarico diredigere un nuovo Prg fu affidato all’architettoUmberto Matticari. Nella scorsa primavera ilConsiglio comunale, dopo un ampio confronto edun lavoro di mediazione svolto in prima persona dalsindaco Paolo Bonaiuto, approvò all’unanimitàdelle linee guida che prevedevano, fra gli indirizzi,anche il ridimensionamento della zona D industrialenei pressi del palmento Rudinì, imponendo vincoli diserie area A, e la valorizzazione della zona turisticadella costa mediterranea. Anche questi indirizzi nonsarebbero stati presi in considerazione dalprogettista.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pachino prg

permalink | inviato da Pachinos il 5/10/2011 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
ECONOMIA
5 ottobre 2011
La Sicilia Pachino prg
«I progettisti ci spieghino» Pachino, l'opposizione chiede di incontrare i tecnici che hanno redatto il Prg Lunedì 03 Ottobre 2011 SR Provincia, pagina 47 e-mail print Pachino. I responsabili delle forze politiche di opposizione costituite da Pd, Sel, Pachino che produce, Fli, Pdl e Forza del Sud, unitamente al consigliere indipendente Corrado Nastasi, chiederanno un incontro con i progettisti del nuovo piano regolatore per chiedere direttamente delucidazioni sulle sostanziali differenze tra l'indirizzo politico dettato dal consiglio comunale e la redazione della bozza di piano inviata a palazzo di città. È questa la decisione adottata in maniera comune, dopo che, da un esame del Prg comunale, sono emerse le significative differenze con quanto preventivato. L'incontro sarebbe motivato dal fatto che, durante la seduta consiliare della primavera scorsa, quando vennero adottate le linee guida, i progettisti non si presentarono in aula, così come invece era stato espressamente richiesto, ed ora che è stata redatta la bozza definitiva, non è previsto alcun passaggio consiliare di valutazione se non quello finale legato all'approvazione dello strumento urbanistico. Altro problema poi risulta legato alla moratoria delle varianti al piano regolatore. Lo scorso agosto, infatti, il civico consesso votò una moratoria alle varianti al vecchio Prg per evitare di rendere più complicato il lavoro dei progettisti che, di volta in volta e di variante in variante, erano costretti a inserire nel nuovo progetto, le modifiche votate dal Consiglio comunale. Tale moratoria però si è dimostrata inutile, visto che già nel mese di luglio, i progettisti avevano inviato all'amministrazione la bozza di piano regolatore. «Come mai nessun amministratore ha avvisato il consiglio di ciò? - si è chiesto il consigliere comunale Roberto Bruno - e perché l'invio dello strumento urbanistico da parte dei progettisti è stato tenuto segreto? Chi al comune ha potuto vedere le carte in maniera non ufficiale e quali sono le ragioni?». Sono questi gli interrogativi che l'intera opposizione chiede a gran voce. Altro problema legato alla tempistica, fa riferimento al lasso di tempo che l'amministrazione comunale avrebbe lasciato trascorrere tra l'adozione delle linee guida votate dal consiglio comunale il 22 febbraio, e la trasmissione delle linee stesse ai progettisti, avvenuta solo alcuni mesi più tardi. Le forze politiche inoltre non hanno mancato di denunciare come alcune zone per le quali è stata fatta richiesta di variante al piano regolatore per renderle edificabili, richiesta che attualmente pende allo sportello unico, siano state comunque rese edificabili nel nuovo Prg. Una stranezza che, secondo l'opposizione, celerebbe interessi reconditi. Sa.mar. 03/10/2011

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pachino prg

permalink | inviato da Pachinos il 5/10/2011 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
4 gennaio 2011
Pachino Promontorio Comune di Portopalo la storia dell'affidamento della elaborazione del nuovo PRG ALL'ARCH DARIA LAURENTINI NATURALMENTE DA CATANIA
PREMESSO:
· CHE l’Amministrazione Comunale di Portopalo di Capo Passero con deliberazione  di Giunta Comunale n. 71 del 13/07/2004 ha affidato all’architetto Daria Laurentini, nata a Catania il 13/03/1959, Codice Fiscale LRNDSN59C53C351S, l’incarico per la redazione del Piano Regolatore Generale;
· CHE con successiva deliberazione n.124  del 03/12/2004 la Giunta Comunale ha impegnato la somma necessaria dando atto che la stessa “ sarà recuperata a seguito dell’accreditamento da parte dell’Assessorato Territorio e Ambiente del contributo ai sensi del DP.R.S. n. 15 del 16/01/1997 modificato dal D.P.R.S. n. 38  del 14/12/2004”;
VISTO il Decreto del Presidente della Regione del 16/01/1997, n. 15 così come modificato con Decreto del Presidente della Regione del 14/12/2000, n. 38 ed in particolare l’art. 14 che indica la documentazione richiesta ai fini di accedere al contributo dell’Assessorato Regionale;
CONSIDERATO che ai fini di poter regolarmente richiedere il contributo per la redazione del P.R.G. è necessario adeguare l’incarico affidato con la documentazione richiesta;
ATTESO che con apposita relazione datata 12/07/2010, allegata al presente provvedimento sotto la lettera B, il Responsabile dell’Area Tecnica, unitamente al legale rappresentante dell’Ente attestano l’inadeguatezza dell’Ufficio Tecnico a redigere lo strumento urbanistico;
ACCERTATO che tra l’Amministrazione Comunale di Portopalo di Capo Passero e l’Arch. Daria Laurentini era stato sottoscritto disciplinare d’incarico che, ancorché firmato tra le parti e conforme allo schema tipo regionale, non è stato mai registrato;
RAVVISATO che occorre procedere alla riapprovazione del disciplinare d’incarico e a tal uopo si allega al presente provvedimento sotto la lettera A lo schema disciplinare conforme alla attuale normativa;
VISTA  la parcella preventiva, aggiornata alla Circolare Ministero LL.PP. 10/02/1976, n. 22, regolarmente vistata dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Catania in data 26/03/2010 dalla quale si evince che l’onorario per la relazione del P.R.G. ammonta a € 90.021,89 oltre agli oneri fiscali per complessivi  € 110.488,89;
RITENUTO,  pertanto, che occorre procedere alla modifica delle deliberazioni di Giunta Comunale n. 71 del 13/07/2007 e n. 124 del 03/12/2004, integrandole anche dei documenti mancanti;
RITENUTO, ancora che debba procedersi tramite il presente provvedimento alla ridefinizione totale dei rapporti tra l’Amministrazione Comunale di Portopalo di Capo Passero e l’arch. Daria Laurentini, anche in considerazione che il professionista ha già redatto lo schema di massima che in atto è all’esame del Consiglio Comunale e ha già percepito gli acconti dovuti secondo quanto stabilito nel disciplinare approvato con la Delibera n. 71/2004;
VISTO  l’art. 25 dellla Legge Regionale 27/12/1978 n.71 come sostituito dall’art. 11 della Legge Regionale 31/05/1994, n. 17;
VISTO il parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 12 della L.R. n. 30 del 23/12/2000, reso dal Responsabile dell’Area Tecnica, sul frontespizio del presente provvedimento che qui si vuole riconfermato;
ACQUISITO il parere di regolarità contabile ai sensi dell’art. 12 della L.R. n. 30 del 23/12/2000, reso dal Responsabile dell’Area Finanziaria, sul frontespizio del presente provvedimento che qui si vuole riconfermato;
RICONOSCIUTA la propria competenza;
VISTO il vigente Statuto Comunale;
VISTO il vigente Regolamento Comunale dei Contratti;
VISTO il D.Lgs. n.267 del 18/08/2000;
VISTA  la L. R. n.30 del 23/12/2000;
VISTO l’OREL nonché il relativo regolamento di esecuzione vigente della Regione Siciliana;
Con votazione unanime e favorevole resa nelle forme di legge
D E L I B E R A
1. di confermare, a norma degli articoli 4 e 31, 2° comma, punto 4, del vigente regolamento dei contratti l’incarico per la redazione del Piano Regolatore Generale all’arch. Daria Laurentini, nata a Catania il 13/03/1957, iscritta all’Ordine degli Architetti della provincia di Catania al n. 895, con studio in via Montesano n. 5, 95124 – Catania, Codice Fiscale LRNDSN59C53C351S;
2. di approvare il disciplinare d’incarico che si allega alla lettera “A” autorizzando il Responsabile dell’Area Tecnica alla stipula dello stesso secondo l’attuale normativa;
3. di approvare la relazione di inadeguatezza dell’Ufficio Tecnico a redigere lo strumento urbanistico che si allega al presente atto sotto la lettera B;
4. di impegnare la somma necessaria pari ad € 110.488,89, giusta attestazione di copertura finanziaria ex art. 12 della Legge Regionale n. 30/2000 resa dal Responsabile dell’Area Economico Finanziaria, nel seguente modo:
- in quanto ad €. 11.339,07 risultano già impegnati con delibera di Giunta Comunale n. 71/2004 al Capitolo 116 art. 20;
- in quanto ad €. 64.736,34 risultano già impegnati con delibera di Giunta Comunale n. 124/2004 al Cap. 59;
- in quanto ad €. 14.413,48 al Capitolo 130 del bilancio anno 2010;
- in quanto ad €. 20.000,00 al Capitolo 59 del Bilancio anno 2010;
5. di autorizzare il legale rappresentante dell’Ente a richiedere il contributo di cui al D.P.R.S. n. 15 del 16/01/1997 modificato dal D.P.R.S. n. 38 del 14/12/2000;
6. dare atto che la somma di €. 90.021,89, pari agli onorari, sarà recuperata a seguito dell’accreditamento da parte dell’Assessorato Territorio e Ambiente e che i pagamenti successivi a quelli già erogati e/o dovuti in ottemperanza alla delibera di G.C. n.71/2004 saranno corrisposti dopo l’ottenimento del contributo, fermo restando le modalità previste dal regolamento di cui al D.P.R.S. n. 15  del 16/01/1997 modificato dal D.P.R.S. n. 38 del 14/12/2000;
7. di trasmettere il presente provvedimento al Responsabile dell’Area Tecnica ed al Responsabile dell’Area Economica-Finanziaria ognuno per le proprie competenze.
Successivamente:
RICHIAMATO l’art. 134, comma 4, Decreto Leg.vo n.267/2000;
ATTESA la necessità e l’urgenza di provvedere in proposito;
Con successiva, separata, unanime e favorevole votazione resa nelle forme di legge 
D E L I E R A
Di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile ex art. 134 comma 4 Decreto Leg.vo n. 267/2000


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Portopalo prg

permalink | inviato da Pachinos il 4/1/2011 alle 6:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre