Pachino,Portopalo,Marzamemi...promontorio,noto,avola,siracusa,rosolini,ispica,pozzallo,siracusa,ragusa, Pachinos | Pachino Promontorio,pachino,portopalo,marzamemi | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Internet-giornale, Pachino, Promontorio, Pachino, Portopalo, Marzamemi,Pachum.Pachynus
20 luglio 2013
La Sicilia Dopo 20 anni Vendicari, la tartaruga e' tornata.By Cetty Amenta

Vendicari, la tartaruga è tornata

Dopo 20 anni le Caretta caretta hanno nidificato su un tratto di spiaggia della riserva

  • Venerdì 19 Luglio 2013
  • Siracusa,
  • pagina 28

UN SUCCESSO
I volontari: «Ci auguriamo che la riserva di Vendicari possa arricchirsi ancora. ...
Le tartarughe Caretta caretta depongono le uova nella Riserva naturale orientata di Vendicari. Finalmente premiato il lavoro dei volontari dell'Ente Fauna Siciliana, in collaborazione con il Dipartimento azienda regionale foreste demaniali, che da 20 anni con costanza monitorano gli arenili sabbiosi alla ricerca di tracce delle testuggini.
La scoperta delle orme del passaggio della tartaruga marina e il luogo di deposizione delle uova è avvenuta martedì mattina, da parte del segretario regionale di Efs Corrado Bianca che ha immediatamente informato i responsabili dell'Ufficio provinciale del Dipartimento azienda regionale foreste demaniali. Per i volontari, gli appassionati di Vendicari e gli ambientalisti è stata una grande emozione, un sogno che sta per realizzarsi, come traspare dalle parole dello studioso Pino Iuvara, accorso subito per fotografare e documentare l'evento.
Dice Iuvara: «L'anno scorso c'era stato un tentativo, andato in fumo probabilmente perché la Caretta caretta, disturbata da qualcosa, aveva preferito deporre le uova da un'altra parte. Tutto si era risolto con una piccola delusione, ma con la speranza che in futuro sarebbe andata meglio. Cosa che si sta verificando oggi».
Esprime soddisfazione il dirigente generale Pietro Lo Monaco, per il quale l'atteso evento è una conferma dell'efficacia delle azioni di protezione e tutela operate dal Dipartimento "Ente Gestore" della Riserva. Intanto, il dirigente provinciale Carmelo Frittitta e il dirigente Filadelfo Brogna hanno dato disposizioni al personale che opera in riserva di proteggere il luogo della ovideposizione sia da possibili animali predatori sia dalla curiosità, non meno dannosa, dell'uomo.
Il tratto di spiaggia interessato all'evento è da tempo chiuso al pubblico proprio alla luce del progetto di ricerca «ovideposizione Caretta caretta», per dare appunto alle tartarughe marine la possibilità di disporre di luoghi tranquilli per la riproduzione. Vale inoltre la pena ricordare che in questi arenili nidificano anche diverse specie di uccelli particolarmente protetti come il "Fraticello".
Quanto mai attuale l'espressione coniata dallo studioso naturalista Bruno Ragonese, scomparso nel 2004, che definì Vendicari «albergo degli uccelli migratori», a indicare un habitat unico, con un ecosistema rimasto inalterato e, grazie alla cura delle persone di buona volontà, non deteriorato dalla tecnologia e dalle modernità.
Per il "lieto evento", bisognerà aspettare settembre: solo allora si schiuderanno le uova e le tartarughine correranno verso il mare. A tale proposito gli operatori del Dipartimento Azienda Regionale Foreste Demaniali e i volontari dell'Ente Fauna Siciliana sono già in azione, pronti a vigilare affinché tutto vada per il meglio. «Ci auguriamo che la riserva di Vendicari possa arricchirsi ancora. Queste nascite vanno ad aggiungersi ad altri eventi positivi come la nidificazione dell'elegante Avocetta e la conferma per il terzo anno consecutivo della presenza di una colonia di Gabbiano Corso nell'isolotto».
Cetty Amenta


19/07/2013
2 giugno 2010
Pachino promontorio Festa della Repubblica italiana

Festa della Repubblica italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Festa della Repubblica italiana

Le Frecce Tricolori alla Festa della Repubblica 2005.
Festa nazionale
Data 2 giugno
Periodo
Celebrata in bandiera Italia
Celebrata a
Religione
Avvenimento celebrato Referendum del 1946 che istituì la repubblica
Festività correlate
Tradizioni Parata militare, deposizione della corona d'alloro all'Altare della Patria
Tradizioni religiose
Tradizioni profane
Tradizioni culinarie
Data d'istituzione 1948; 2000
Chiamata anche

La Festa della Repubblica italiana è la principale festa nazionale italiana. Viene celebrata il 2 giugno a ricordo della nascita della Repubblica.

L'emblema della Repubblica Italiana.

Il 2 e il 3 giugno 1946 si tenne, infatti, il referendum istituzionale indetto a suffragio universale con il quale gli italiani venivano chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare al Paese, in seguito alla caduta del fascismo. Dopo 85 anni di regno, con 12.718.641 voti contro 10.718.502[1] l'Italia diventava repubblica e i monarchi di casa Savoia venivano esiliati.

Il 2 giugno celebra la nascita della nazione, in maniera simile al 14 luglio francese (anniversario della Presa della Bastiglia) e al 4 luglio statunitense (giorno in cui nel 1776 venne firmata la dichiarazione d'indipendenza).

In tutto il mondo le ambasciate italiane tengono un festeggiamento cui sono invitati i Capi di Stato del Paese ospitante. Da tutto il mondo arrivano al Presidente della Repubblica italiana gli auguri degli altri capi di Stato e speciali cerimonie ufficiali si tengono in Italia.

Prima della fondazione della Repubblica, la festa nazionale italiana era la prima domenica di giugno, anniversario della concessione dello Statuto Albertino.

Con la legge 5 marzo 1977, n.54, soprattutto a causa della congiuntura economica sfavorevole, la Festa della Repubblica fu spostata alla prima domenica di giugno. Solamente nel 2001 su impulso dell'allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il secondo governo Amato, con la legge n. 336 del 20 novembre 2000, riportò le celebrazioni al 2 giugno che divenne nuovamente festivo [2].

Indice

[nascondi]

La parata [modifica]

Nel giugno del 1948 per la prima volta Via dei Fori Imperiali a Roma ospitava la parata militare in onore della Repubblica. L'anno seguente, con l'ingresso dell'Italia nella NATO, se ne svolsero dieci in contemporanea in tutto il Paese mentre nel 1950 la parata fu inserita per la prima volta nel protocollo delle celebrazioni ufficiali.

Attualmente il cerimoniale prevede la deposizione di una corona d'alloro al Milite Ignoto presso l'Altare della Patria a Massa e una parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Alla parata militare e durante la deposizione della corona d'alloro presso il Milite Ignoto, prendono parte tutte le Forze Armate, tutte le Forze di Polizia della Repubblica ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana. Nel 2005, l'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ordinò che defilassero anche il Corpo di Polizia Municipale di Roma in rappresentanza di tutte le Polizie Locali d'Italia ed il personale civile della Protezione Civile. Prendono inoltre parte alla parata militare alcune delegazioni militari dell'ONU, della NATO, dell'Unione Europea e rappresentanze di reparti multinazionali che presentano una componente italiana.

Dalla sua istituzione sino alla sua temporanea abolizione, la parata militare poteva contare sulla sfilata di maggiore personale. Dopo la re-introduzione l'organico defilante fu ridotto notevolmente e nel 2006 venne praticamente eliminata la presenza di mezzi terrestri ed aerei per ragioni di bilancio.

La cerimonia prosegue nel pomeriggio con l'apertura al pubblico dei giardini del palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica Italiana, con esecuzioni musicali da parte dei complessi bandistici dell'Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, dell'Aeronautica Militare Italiana, dell'Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato.

Tematiche [modifica]

23 gennaio 2010
Pachino Portopalo NOVELLAME che fine a fatto il Piano del porto ????
23 gennaio 2010
Pachino Promontorio A Sud di Tunisi raitre anno 1994 intervista a Don Pietro Bruno di Belmonte sulla Tonnara di Portopalo
9 dicembre 2009
Pachino Promontorio La Sicilia Aree protette naturali la ricetta salva clima...Ma a Pachino e Portopalo e Marzamemi non si applica
Aree protette naturali
la ricetta "salva-clima"


Click here to find out more!


COPENAGHEN - Aree protette come soluzioni naturali alla crisi dei cambiamenti climatici. Il 15% delle scorte mondiali di carbonio è conservato nelle aree protette di tutto il mondo. E per la prima volta la "ricetta" salva-clima è stata calcolata nel volume presentato a Copenaghen, nella seconda giornata della 15/a Conferenza Onu sui cambiamenti climatici.

A firmare il volume l'Unione conservazione della natura (Iucn), il programma ambiente delle Nazioni unite (Unep), la Società di conservazione della natura, la Banca Mondiale ed il Wwf. Il libro "Soluzioni naturali: le aree protette per aiutare le persone a far fronte ai cambiamenti climatici", definisce per la prima volta "come le aree protette contribuiscono in modo significativo a ridurre gli impatti del cambiamento climatico e ciò che è necessario per fare ancora di più", dice Lord Nicholas Stern, che ha scritto la prefazione.

Le aree protette svolgono un ruolo importante nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera. Il 15% delle scorte mondiali di carbonio terrestre - 312 Gigatonnellate - è memorizzato nelle aree protette di tutto il mondo. In Canada, più di quattro miliardi di tonnellate di anidride carbonica viene sequestrato in 39 parchi nazionali, stimato in un valore di 39-87 miliardi di dollari in crediti di carbonio.

Nell'Amazzonia brasiliana, le terre protette sono in grado di prevenire 670.000 km di deforestazione entro il 2050, che rappresentano otto miliardi di tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate.

PREVENZIONE DA FRANE E MAREGGIATE. Le aree protette servono come barriera naturale contro gli impatti climatici e altri disastri, dando la possibilità per le acque alluvionali di disperdersi, stabilizzando il suolo contro le frane e bloccando le mareggiate.

È stato stimato che le zone umide costiere negli Stati Uniti forniscono 23,2 miliardi dollari l'anno in protezione contro le inondazioni da uragani. E le aree protette possono conservare le risorse naturali in modo da poter sopportare l'impatto dei cambiamenti climatici e di continuare a fornire cibo, acqua potabile, ripari ed alle comunità di poter contare su queste risorse per la sopravvivenza.

Trenta tre delle 100 più grandi città del mondo traggono la loro acqua potabile da bacini forestali all'interno delle aree protette.

Nonostante ciò il sostegno finanziario alla rete globale di aree protette è meno della metà di ciò che sarebbe necessario per la massima efficienza, ponendo a rischio il sistema. Da qui l'appello ai leader mondiali che devono capire che investire nelle aree protette è un investimento per la sicurezza.
13 novembre 2009
Pachino promontorio Caccia in Sicilia ,si potra anche non cacciare dopo il 15 Novembre

CACCIA IN SICILIA, SI POTRÀ ANCHE NON CACCIARE DOPO IL 15 NOVEMBRE

Palermo, 11 novembre 2009 - Il decreto dell’assessore regionale all’Agricoltura e Foreste è stato pubblicato oggi, venerdì 13 novembre, sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. In Sicilia, in alcune Zone di protezione speciale (Zps), come sono state chiamate, non si potrà cacciare prima del 15 novembre 2009, sul modello ‘un colpo al cerchio ed uno alla botte’, l’utile e il dilettevole. Significa accontentare ‘salvatori e ‘carnefici’: cacciatori ed ambientalisti.

Perché se è vero che proprio le Zone di protezione speciale (Zps), dovrebbero essere a ‘protezione speciale’ è anche vero che proprio quelle sono le aree dove la stessa cacciagione vive meglio ed è pure protetta, come lo è l’habitat, in generale: un allevamento, insomma.
In realtà il decreto dell’Assessore viene emanato in tale ‘armoniosa’ forma “nell'attesa che diventino operativi i piani di gestione dei 'Siti siciliani Natura 2000', già approvati dell'assessorato regionale al Territorio e Ambiente e in adempimento delle ordinanze del Tar Sicilia di Palermo”.
Cosa conterranno mai tali “piani di gestione dei 'Siti siciliani Natura 2000'; cosa ordineranno le ordinanze del Tar Sicilia di Palermo? Ordineranno quello che ordineranno: probabilmente che in quelle Zone si può cacciare ma piano.

In tale attesa, l'assessore all'Agricoltura e Foreste, Michele Cimino, ha firmato il decreto che modifica l’attività venatoria per la stagione 2009-2010.
Quello che segue è l’elenco delle Zone di protezione speciale (Zps), dove “non si potrà cacciare prima del 15 novembre 2009”, vale a dire “dove “si potrà cacciare non prima del 15 novembre 2009”:

Pantani della Sicilia sud-orientale, Morghella, Marzamemi, Punta Pilieri e Vendicari; Saline di Augusta; Saline di Priolo; Saline di Siracusa e Fiume Ciane; Biviere di Lentini, tratto mediano e foce del Fiume Simeto, e nell’area antistante la foce; la Gurna; Lago di Pergusa; arcipelago delle Pelagie (area marina e terrestre); arcipelago delle Eolie (area marina e terrestre); monti Peloritani, dorsale Curcuraci, Antennamare e area marina dello stretto di Messina; monte Pecoraro e Pizzo Cirina; monte Iato, Kumeta, Maganoce e Pizzo Parrino; isola di Ustica; laghetti di Preola e Gorghi Tondi, Sciare di Mazara e pantano Leone; isola di Pantelleria e area marina circostante; monte Cofano, Capo San Vito e monte Sparagio; Stagnone di Marsala e Saline di Trapani (area marina e terrestre); arcipelago delle Egadi (area marina e terrestre); paludi di Capo Feto e Margi Spanò.
Per la zona di “Torre Manfria, Biviere e piana di Gela”, il divieto di prelievo venatorio, fino al 14 novembre 2009, è limitato all'area che interessa la migrazione dell'avifauna acquatica (golfo di Gela).
_______________

LA LAV CRITICA L’INCREDIBILE DECRETO ASSESSORIALE DEL 31 AGOSTO CON IL QUALE VIENE VIETATA LA CACCIA NEI PARCHI, NELLE RISERVE, E IN TUTTE LE ZONE PROTETTE

A poche ore dall’inizio della nuova stagione venatoria il neo Assessore all’Agricoltura e Foreste della Regione Sicilia, On. Michele Cimino, esordisce con un’incredibile decreto che porta la data del 31 agosto (sic!) con il quale, per eludere le decisioni dei giudici del TAR di Palermo, che lo scorso luglio avevano sospeso alcune parti del calendario venatorio, vieta la caccia dove è già vietata almeno dal 1977! Infatti, si legge nel decreto dell’On. Cimino che l’attività venatoria è inibita in parchi, riserve naturali, oasi, aree del demanio forestale e nei terreni agricoli recintati!

Il TAR di Palermo con le ordinanze n. 730/09, 731/09, 732/09, accogliendo il ricorso della LAV presentato insieme a ENPA, Legambiente, MAN e WWF, aveva imposto all’Assessore di proibire l’attività venatoria nelle “rotte migratorie”: aree dove si concentra il “passo” degli uccelli migratori. Questo avrebbe determinato il divieto di caccia per esempio in tutte le isole minori siciliane, in tutte le zone umide ed in tutta la fascia costiera della regione per almeno mezzo chilometro dalla battigia.

Un intervento di grande utilità per la fauna selvatica ma chiaramente svantaggiosa per il popolo delle doppiette. Così in loro soccorso ecco arrivare, con un tempismo da primato, il decreto truffa che stabilisce che quelle rotte migratorie coincidono con aree già interdette alla caccia (parchi, riserve, aree protette, etc…).

Si tratta, quindi, di un palese quanto grave ed illegittimo aggiramento della chiarissima indicazione della Magistratura. Per di più, in alcune ZPS (Zone di Protezione Speciale) come per es. Ustica e Pantelleria, il medesimo decreto autorizza la caccia fin dal prossimo 20 settembre in aperta violazione dei decreti del Ministero dell’Ambiente che in tali aree, vietano ogni attività di caccia fino al primo ottobre.

La LAV, nel preannunciare urgenti ed inevitabili azioni legali, attende trepidante un altro simile lungimirante decreto magari per vietare la caccia alle specie protette soprattutto negli asili nido!

La LAV, infine chiede alle Autorità competenti di organizzare adeguati servizi di controllo e prevenzione, affinché venga garantito il rispetto del divieto di caccia fino al primo ottobre in tutte le 29 ZPS siciliane (isole Pelagie, isole Egadi, isole Eolie, isola di Ustica, isola di Pantelleria, Piana di Gela, Saline di Siracusa, etc…) .

Da domani sul sito web www.lavsicilia.it sarà on line il “VADEMECUM CACCIA 2009 ” ove sono disponibili, anche per le Forze di Polizia, tutte le normative ed i prontuari delle relative sanzioni in materia di caccia e tutela della fauna.

Palermo, 02.09.2009
30 ottobre 2009
Pachino Promontorio Video sulla relazione al Piano Regolatore di Pachino nel 1976 dell'Arch Ezio Bienaimè..Elaborato dall Equipe dell'Architetto Leonardo Ricci con l'Arch Silvestro Bardazzi e lo stesso Ezio Bienaimè nelnel lontano 1966..




Video sulla relazione al Piano Regolatore di Pachino nel 1976 dell'Arch Ezio Bienaimè..Elaborato dall'Equipe dell'Architetto Leonardo Ricci con   l'Arch Silvestro Bardazzi e lo stesso Ezio Bienaimè nel lontano1966..L'Incarico all'  arch Ricci venne conferito dal sindaco di Pachino Fortuna che . incontro l'arch Leonardo a Riesi dove stava eseguendo i lavori per centro valdese..



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia europa sicilia pachino marzamemi portopalo

permalink | inviato da Pachinos il 30/10/2009 alle 12:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
22 ottobre 2009
Pachino Promontorio a Pachino tutti pazzi per la Pdl di Pippo Bufaredeci...Caro Pippo è un film che abbiamo già visto....

mercoledì 21 ottobre 2009

A PACHINO TUTTI PAZZI PER LA "PDL"

Parafrasando il titolo della trasmissione di Antonella Clerici, potremmo dire a "Pachino tutti pazzi per la PDL.
Naturalmente non ci auguriamo che possa politicamente succedere quello che è successo alla Clerici e cioè la chiusura della trasmissione dopo solo due puntate per mancanza di ascolti.
Certamente siamo in presenza di un fatto politico importante, ma strano che può forse succedere solo nel contorto mondo politico pachinese.
Importante perchè attorno al sindaco si forma una maggioranza molto forte che, teoricamente, dovrebbe permettergli di lavorare con serenità.
Strano perchè quasi tutti quelli che sono passati dalla parte della maggioranza sono coloro che, in campagna elettorale, hanno fortemente osteggiato la elezione dell'attuale sindaco permettendogli di essere eletto solo con un esiguo vantaggio di circa duecento settanta voti rispetto all'avversario.
Non possiamo escludere che questi consiglieri forse vista la bontà della proposta amministrativa dell'attuale sindaco si siano pentiti per non averlo votato o dissociati da un raggruppamento di minoranza non ritenuto idoneo a formulare proposte utili per il paese di Pachino.
Ma ai comportamenti politici non si può " spaccare il capello" e prendiamo per buona la versione più adulcolata che la vuole ammantata del bene dell'interesse generale.
Adesso però, nella confusione che si potrebbe creare fra chi ha combattuto e vinto la battaglia per l'elezione del sindaco fin dalla prima ora e coloro che sono saliti dopo sul carro del vincitore, speriamo possa essere il buon senso ad avere il sopravvento.
Ed il buon senso ci suggerisce che non si può stravolgere tutto e far finta che la vita politica pachinese stia iniziando adesso come se si fosse scherzato in fase di campagna elettorale.
Il buon senso ci suggerisce altresì che il comune di Pachino non ha bisogno di alchimie politiche fra gruppi, gruppetti e singoli politicanti, ma di una strategia seria che possa fare uscire questo paese dalle secche politiche ed amministrative in cui si trova da tanto tempo.
Abbiamo già perso troppo tempo prezioso e non ci possiamo permettere il lusso di perderne altro
.


Commento di Spiros

I passaggi si susseguono con implacabile precisione e riproducono non tanto la pazzia verso la Pdl quanto l'attaccamento mai sopito al carro dei vincitori...
Basta osservare le mosse degli ultimi dieci anni, come passa il tempo, e più precisamente all'amministrazione guidata,si fà per attribuire ciambelle senza buco, all'amministrazione Barone..
Come le cronache del tempo politico raccontano questa grande coalizione di donne e uomini era talmente grande che comprendeva i diciotto ventesimi dell consiglio comunale...Ebbene dopo poco tempo per effetto della magna forza di questa colaizione ed essendo impossibilitato ad accontentare tutti..quel signor Barone Sindaco gode del primato imbattuto a scala nazione, penso, che distribuì nel tempo  ossicini e caramelle a circa cinquanta assessori...ma forse mi sbaglio per difetto...Dunque l'azione calamità che attrae gli attori locali, che con la elezione pensano sempre di avere vinto un terno al lotto, i quali, a di là della disquiusizione etico morale che alla fine ha colpito anche i portatori sani di questa pseudo appartenenza di facciata( vedi i link rivoluzionari messi a bella apposta per configurare un pensiero che non hanno mai avuto, quando invece hanno dimostrato e le vicende del consorzio dell'ipg ( un milione di euro dalla destra e  i legami con la banca e l'azione sottotraccia di Pippo baudo( ballerino tra destra e sinistra) che ha sistemato i figli con 25.000 euro l'anno da parte del comune di Pachino(  cinema di frontiere e degli sfrontati) che vorrebbe essere gente politicamente corretta, se ne stra-fregano di dimostrare coerenza e lealtà verso gli elettori...Pertanto senza essere ne maghi della politica ma rimanendo  politologi lontani e isolati come scriveva l'ultimo presidente  di facciata di Città Etica rilevando la sua infima bassezza culturale nonché predisposizione ad una mentalità da coltivatore diretto, quello che si profila all'orizzonte è il solito attacco alla diligenza...mentre rin tin tin fa la guardia..al progetto Pachino..non capendo che l'osso ...che aspettava invano era solo un gioco di prestigio..dove ha miseramente abboccato vendendosi per un pugno di promesse al gioco scaltro dei  soliti gattopardi bau bau....hahahahahahahah
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia europa sicilia pachino marzamemi portopalo

permalink | inviato da Pachinos il 22/10/2009 alle 17:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 ottobre 2009
Pachino Promontorio google alert Pachino

Calcio: Noto, Avola, Rosolini e Pachino - Tutti i Risultati

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
In promozione il Pachino di mister Lauretta continua a fare dei risultati altalenanti. Gli azzurri domenica hanno perso contro il Comiso per 4-0. ...

Home > Sport > Il Comiso si riscatta in campionato per il Pachino ...

Il Giornale di Ragusa - ?18/ott/2009?
Comiso – Un Comiso in grande spolvero s'abbatte come una furia sul malcapitato Pachino che esce dal terreno di gioco della squadra verdearancio con le ossa ...

Ingresso ufficiale di Rinascita di Pachino nel PDL

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
Sarà presente inoltre il sindaco di Pachino Paolo Bonaiuto. Nell'occasione verrà approfondito il tema politico regional -nazionale a proposito del "Partito ...

Pachino: Intervento In Via Trieste Per Rapina

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
Il 16 ottobre us alle ore 15,30 Agenti del Commissariato di PS di Pachino è intervenuto in via Trieste in un esercizio commerciale, per la segnalazione di ...

Home > Sport > Comiso e Frigintini in terra etnea Moticea – S ...

Il Giornale di Ragusa - ?24 minuti fa?
I ragazzi di Borgese sono reduci dalla netta vittoria a spese del Pachino e dalla trasferta ai piedi dell'Etna vorranno ottenere il massimo per essere ...

Pachino: In Fiamme Vano Motore Di Un' Autovettura

Siracusa News.it - ?13/ott/2009?
Alle ore 3.25 di questa notte, una squadra del distaccamento di Noto dei Vigili del fuoco si è recata in via Cappellini, a Pachino, per l'incendio del vano ...

Home > Attualità > Pachino, raccolta dei rifiuti a rischio Sit-in ...

Giornale di Siracusa - ?14/ott/2009?
Pachino - Il sit in dei 50 operatori della Dusty di Pachino rischia di trasformarsi nella sospensione del servizio se non riceveranno rassicurazioni ...

Coniglio in agrodolce e baci panteschi

La Stampa - ?15/ott/2009?
Notevoli i primi: straccetti di pasta fresca fatta in casa con gamberi e pomodori di Pachino, ravioli di ricotta e menta, capperi e pomodoro, spaghetti al ...

Home > Sport > Calcio Promozione: di scena il derby tra Pachino e ...

Giornale di Siracusa - ?09/ott/2009?
... del prossimo impegno di campionato contro il Pachino, attualmente indietro di un solo punto dai rossoblù di mister De Leo che affronteranno domenica. ..

Calcio: Noto, Avola, Rosolini e Pachino - Tutti i Risultati

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
In promozione il Pachino di mister Lauretta continua a fare dei risultati altalenanti. Gli azzurri domenica hanno perso contro il Comiso per 4-0. ...

Home > Sport > Il Comiso si riscatta in campionato per il Pachino ...

Il Giornale di Ragusa - ?18/ott/2009?
Comiso – Un Comiso in grande spolvero s'abbatte come una furia sul malcapitato Pachino che esce dal terreno di gioco della squadra verdearancio con le ossa ...

Ingresso ufficiale di Rinascita di Pachino nel PDL

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
Sarà presente inoltre il sindaco di Pachino Paolo Bonaiuto. Nell'occasione verrà approfondito il tema politico regional -nazionale a proposito del "Partito ...

Pachino: Intervento In Via Trieste Per Rapina

Siracusa News.it - ?18/ott/2009?
Il 16 ottobre us alle ore 15,30 Agenti del Commissariato di PS di Pachino è intervenuto in via Trieste in un esercizio commerciale, per la segnalazione di ...

Home > Sport > Comiso e Frigintini in terra etnea Moticea – S ...

Il Giornale di Ragusa - ?24 minuti fa?
I ragazzi di Borgese sono reduci dalla netta vittoria a spese del Pachino e dalla trasferta ai piedi dell'Etna vorranno ottenere il massimo per essere ...

Pachino: In Fiamme Vano Motore Di Un' Autovettura

Siracusa News.it - ?13/ott/2009?
Alle ore 3.25 di questa notte, una squadra del distaccamento di Noto dei Vigili del fuoco si è recata in via Cappellini, a Pachino, per l'incendio del vano ...

Home > Attualità > Pachino, raccolta dei rifiuti a rischio Sit-in ...

Giornale di Siracusa - ?14/ott/2009?
Pachino - Il sit in dei 50 operatori della Dusty di Pachino rischia di trasformarsi nella sospensione del servizio se non riceveranno rassicurazioni ...

Coniglio in agrodolce e baci panteschi

La Stampa - ?15/ott/2009?
Notevoli i primi: straccetti di pasta fresca fatta in casa con gamberi e pomodori di Pachino, ravioli di ricotta e menta, capperi e pomodoro, spaghetti al ...

Home > Sport > Calcio Promozione: di scena il derby tra Pachino e ...

Giornale di Siracusa - ?09/ott/2009?
... del prossimo impegno di campionato contro il Pachino, attualmente indietro di un solo punto dai rossoblù di mister De Leo che affronteranno domenica. ..

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pachino portopalo europa italia sicilia marzamemi

permalink | inviato da Pachinos il 20/10/2009 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
15 ottobre 2009
Pachino Promontorio Google alert Scimeca gira i malavoglia..Pantani della sicilia sud orientale caccia sospesa nelle ZPS



Google News Alert per: Marzamemi

9:12 - Scimeca gira a novembre "I Malavoglia"
Cine Citta
Pasquale Scimeca inizierà a dirigere a metà novembre nella Sicilia del Sud, tra Porto Palo e Marzamemi, I Malavoglia, una rivisitazione del romanzo di ...
Mostra tutti gli articoli su questo argomento
Movieplayer.it
Pasquale Scimeca gira I Malavoglia
Movieplayer.it
A metà novembre Scimeca inizierà le riprese de I Malavoglia, capolavoro del Verga che verrà girato nella Sicilia del Sud, tra Porto Palo e Marzamemi. ...
Mostra tutti gli articoli su questo argomento
CACCIA SOSPESA NELLE ZPS
AMnotizie.it
... nonchè nelle aree umide della Sicilia sudorientale: Pantano Morghella, Pantani della Sicilia Sud Orientale e Pantano di Marzamemi (Siracusa).
Mostra tutti gli articoli su questo argomento
CACCIA, IL TAR DÀ ANCORA RAGIONE AD AMBIENTALISTI E ANIMALISTI
IMGpress
... nonché nelle aree umide della Sicilia sudorientale: “Pantano Morghella, Pantani della Sicilia Sud Orientale e Pantano di Marzamemi” (Siracusa). ...
Mostra tutti gli articoli su questo argomento
26 settembre 2009
Pachino Promontorio google alert

Google News Alert per: pachino

Dove sei: Prima pagina > Calcio: al "Barone" il derby Moticea ...
CorrierediRagusa.it
La capolista S. Croce va a Pachino ed il Comiso cerca la vittoria con il Real Avola di Pisano Campo impraticabile e la Moticea torna a giocare al Barone. ...
Mostra tutti gli articoli su questo argomento
Bagheria, gran festa per l'anteprima del film di Tornatore
L'Espresso
Sorride raggiante la modella di Pachino Margareth Madè, che nel film recita la parte della coprotagonista, Mannina: «Ormai mi sento baariota anch´io. ...
Mostra tutti gli articoli su questo argomento

Google Blogs Alert per: pachino

Chiesa Madre Pachino | Sicilia on tour
di admin
Chiesa Madre SS. Crocifisso: edificata nel 1790 dal marchese Vincenzo Starrabba per la comunità cristiana, si presenta con una semplice struttura comprendente una sola navata con una cappella a destra dell'abside.
Sicilia on tour - http://www.sicilia-tv.com/
i migliori blog di cucina » Blog Archive » Indice
di I migliori blog di cucina
Spaghetti con spigola pachino confit e olive. Pasta ammuddicata con cavolo verza · Pasta broccoletti e salmone selvaggio. Riso e cereali: Cous cous di verdure con menta glaciale e sesamo nero ...
i migliori blog di cucina - http://www.blogdicucina.it/

Google Web Alert per: pachino

Pachino - Wikipedia, the free encyclopedia
Aug 6, 2009 ... Pachino is situated at the south-east corner of Sicily, 51 km south of Siracusa. The neighboring comunes are Noto (North), Portopalo di Capo ...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia europa sicilia pachino marzamemi portopalo

permalink | inviato da Pachinos il 26/9/2009 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
23 settembre 2009
Pachino Promontorio Istituzione delle riserva naturale dei pantani della sicilia sud orientale firma...
sfoglia
maggio        luglio