.
Annunci online

Internet-giornale, Pachino, Promontorio, Pachino, Portopalo, Marzamemi,Pachum.Pachynus
20 ottobre 2010
Pachino Promontorio Sanità,si sfiora la rissa... Noto Avola

Sanità, si sfiora la rissa
e sul blog arriva la minaccia

Il sindaco Barbagallo: «Non possiamo mantenere due ospedali a metà»

  • Martedì 19 Ottobre 2010
  • Siracusa,
  • pagina 37

In primo piano Franco Maniscalco, direttore generale dell´Azienda sanitaria provinciale durante la ...
Clima incandescente sul fronte della sanità. Ieri, durante la riunione dei capigruppo consiliari, convocata d'urgenza dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Agricola, è trapelata la notizia di presunte minacce subite su un blog da un consigliere provinciale avolese.
Gli avvertimenti al consigliere proverrebbero da sedicenti gruppi netini. Profonda indignazione è stata espressa dai presenti e il presidente Agricola ha mostrato seria preoccupazione: «Quotidianamente si sfiora la rissa tra la comunità avolese e quella netina. Tutto questo è intollerabile», ha commentato. I capigruppo intanto hanno deciso di inviare un telegramma al prefetto, ai ministri dell'Interno e della Salute, al presidente della Regione e all'assessore regionale alla Sanità. L'intenzione del Consiglio comunale, la cui linea è sostenuta anche dall'amministrazione, è di mettere a conoscenza le autorità delle tensioni che le scelte in materia di sanità stanno generando.
Stamattina, inoltre, verrà ufficializzato l'invito all'intera cittadinanza a partecipare giovedì ad un incontro informativo sulla sanità. Si susseguiranno anche altre iniziative, che prevedono la distribuzione di volantini e la realizzazione di manifesti. La nostra amministrazione ha sempre rispettato il parere dei tecnici in merito all'ospedale unico Avola-Noto. Sono assurdi e fomentatori i discorsi del sindaco di Noto», ha riferito Davide Campisi, vice-sindaco. Duro il commento del primo cittadino Antonino Barbagallo: «Valvo intende sostenere un sistema sanitario frazionato con due branche chirurgiche separate. E' inaccettabile. Il cittadino in caso di traumi grossi e serie complicanze rischia di morire. Non possiamo mantenere due ospedali a metà. E' una follia. Chi si assume la responsabilità civile e penale di eventuali morti? Se la politica vuole tutelare i cittadini e non le singole città dovrà lavorare per un ospedale funzionale nella sua interezza, che garantisca un'adeguata prestazione sanitaria in caso di complicanza. Avola ha Chirurgia, Utic, Rianimazione, Risonanza magnetica e Tac. Tutte strumentazioni per le emergenze».
Cenzina Salemi


19/10/2010

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. noto avola siracusa portopalo marzamemi rosolini

permalink | inviato da Pachinos il 20/10/2010 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre